Regolamento per le elezioni

Regolamento per l'elezione dei componenti degli Organi Associativi di AssoEuro
1 – Ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina le modalità operative di elezione e di eventuale surroga dei componenti degli Organi dell'Associazione, sulla base dei principi generali definiti nello Statuto Associativo. Il presente regolamento disciplina l'elezione diretta da parte dell'Assemblea del Presidente e dei componenti del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Probiviri, nonché l'elezione indiretta del Vice Presidente, del Segretario Generale e del Presidente del Collegio dei Probiviri. Integra e/o corregge i rilevanti articoli del previgente Regolamento.
2 – Riunioni elettive Le elezioni del Presidente e dei componenti del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Probiviri si svolgono di norma durante l'Assemblea Ordinaria dell'Associazione. L'elezione del Presidente del Collegio dei Probiviri, del Vice Presidente e del Segretario Generale si svolgono durante la prima riunione, rispettivamente, del Collegio dei Probiviri e del Consiglio Direttivo.
3 – Formulazione delle candidature Le candidature sono individuali. Coloro che, in possesso del diritto di voto, intendessero presentare la propria candidatura sono tenuti a notificare tale intenzione entro 7 giorni prima dell'Assemblea, con idonei mezzi al Presidente e/o al Segretario Generale, che provvederanno a informare tutti i soci dell'Associazione o i componenti degli Organi interessati. Per la sola candidatura a Presidente è necessario aver già ricoperto precedentemente cariche elettive nell'Associazione. Il Presidente, prima dell'apertura dei seggi elettorali, provvederà a stilare la lista delle candidature formalmente notificate; tale liste saranno compilate indicando, per organo da eleggere, ciascun candidato in ordine alfabetico con Cognome – Nome – Luogo e Data di Nascita.
4 – Seggi elettorali Nel caso dell'Assemblea ordinaria, il Presidente, sentita l'Assemblea, provvede a nominare un Seggio elettorale, composto da almeno 3 soci componenti l'Assemblea e non candidati, che provvedono allo svolgimento materiale delle operazioni di voto e scrutinio. Nel caso della prima riunione del Consiglio Direttivo o del Collegio dei Probiviri, le funzioni di seggio elettorale sono svolte dal Presidente dell'Associazione.
5 – Operazioni di voto, norme comuni a tutte le votazioni Preliminarmente alle operazioni di voto, il Seggio provvede ad acquisire dal Presidente l'elenco degli elettori e le eventuali deleghe presentate. Le votazioni si svolgono a scrutinio segreto, su idonee schede cartacee, da inserirsi in apposite urne adeguatamente sigillate; il Seggio definisce un tempo adeguato per lo svolgimento delle operazioni di voto, anche considerando la numerosità degli elettori e idonee modalità per garantire la segretezza dell'espressione del voto. A ciascun votante sono consegnate un numero di schede per ciascun organo o carica da eleggere pari al numero complessivo di voti personali e per delega rappresentati dall'elettore fisicamente presente. Terminate le operazioni di voto il Seggio provvede allo scrutinio delle schede, redigendo apposito verbale in cui sono riportati, per ciascuna carica, i voti riportati dai singoli candidati. In caso di parità di voti, la precedenza è data dall'anzianità di iscrizione all'Associazione e in caso di 
Regolamento per l'elezione dei componenti degli Organi Associativi di AssoEuro (bozza proposta dal Consiglio Direttivo, in votazione all'Assemblea Nazionale del 13 aprile 2018)
1 – Ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina le modalità operative di elezione e di eventuale surroga dei componenti degli Organi dell'Associazione, sulla base dei principi generali definiti nello Statuto Associativo. Il presente regolamento disciplina l'elezione diretta da parte dell'Assemblea del Presidente e dei componenti del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Probiviri, nonché l'elezione indiretta del Vice Presidente, del Segretario Generale e del Presidente del Collegio dei Probiviri. Integra e/o corregge i rilevanti articoli del previgente Regolamento.
2 – Riunioni elettive Le elezioni del Presidente e dei componenti del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Probiviri si svolgono di norma durante l'Assemblea Ordinaria dell'Associazione. L'elezione del Presidente del Collegio dei Probiviri, del Vice Presidente e del Segretario Generale si svolgono durante la prima riunione, rispettivamente, del Collegio dei Probiviri e del Consiglio Direttivo.
3 – Formulazione delle candidature Le candidature sono individuali. Coloro che, in possesso del diritto di voto, intendessero presentare la propria candidatura sono tenuti a notificare tale intenzione entro 7 giorni prima dell'Assemblea, con idonei mezzi al Presidente e/o al Segretario Generale, che provvederanno a informare tutti i soci dell'Associazione o i componenti degli Organi interessati. Per la sola candidatura a Presidente è necessario aver già ricoperto precedentemente cariche elettive nell'Associazione. Il Presidente, prima dell'apertura dei seggi elettorali, provvederà a stilare la lista delle candidature formalmente notificate; tale liste saranno compilate indicando, per organo da eleggere, ciascun candidato in ordine alfabetico con Cognome – Nome – Luogo e Data di Nascita.
4 – Seggi elettorali Nel caso dell'Assemblea ordinaria, il Presidente, sentita l'Assemblea, provvede a nominare un Seggio elettorale, composto da almeno 3 soci componenti l'Assemblea e non candidati, che provvedono allo svolgimento materiale delle operazioni di voto e scrutinio. Nel caso della prima riunione del Consiglio Direttivo o del Collegio dei Probiviri, le funzioni di seggio elettorale sono svolte dal Presidente dell'Associazione.
5 – Operazioni di voto, norme comuni a tutte le votazioni Preliminarmente alle operazioni di voto, il Seggio provvede ad acquisire dal Presidente l'elenco degli elettori e le eventuali deleghe presentate. Le votazioni si svolgono a scrutinio segreto, su idonee schede cartacee, da inserirsi in apposite urne adeguatamente sigillate; il Seggio definisce un tempo adeguato per lo svolgimento delle operazioni di voto, anche considerando la numerosità degli elettori e idonee modalità per garantire la segretezza dell'espressione del voto. A ciascun votante sono consegnate un numero di schede per ciascun organo o carica da eleggere pari al numero complessivo di voti personali e per delega rappresentati dall'elettore fisicamente presente. Terminate le operazioni di voto il Seggio provvede allo scrutinio delle schede, redigendo apposito verbale in cui sono riportati, per ciascuna carica, i voti riportati dai singoli candidati. In caso di parità di voti, la precedenza è data dall'anzianità di iscrizione all'Associazione e in caso di 
ulteriore parità, la fascia di seniority associativa. Nel caso di contestazioni di qualunque genere, il Seggio decide a maggioranza assoluta dei suoi componenti.
6 – Modalità di voto del Presidente dell'Associazione Ciascun elettore potrà esprimere una sola preferenza. In prima votazione, il candidato risulterà eletto nel caso abbia ottenuto un quorum pari al 50%+1 dei votanti; qualora tale quorum non venisse raggiunto da nessuno o dall'unico candidato, si procede a una seconda votazione. Alla seconda votazione, alla quale sono ammessi solamente i due candidati più votati nella prima votazione, risulterà eletto il candidato che otterrà più voti validi.
7 – Modalità di voto dei componenti del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Probiviri In unica votazione, ciascun elettore potrà esprimere un numero di preferenze non superiore al numero delle cariche poste in elezione. Risulteranno eletti i candidati che otterranno il maggior numero di voti, fino alla concorrenza dei posti disponibili.
8 – Modalità di voto del Vice Presidente, del Segretario Generale e del Presidente del Collegio dei Probiviri Ciascun elettore potrà esprimere una sola preferenza. Nell'ambito del Consiglio Direttivo, vengono poste in votazione simultaneamente le cariche di Vice Presidente e di Segretario Generale. In prima votazione, il candidato risulterà eletto nel caso abbia ottenuto un quorum pari al 50%+1 dei componenti eletti nell'organo; qualora tale quorum non venisse raggiunto da nessuno o dall'unico candidato, si procede a una seconda votazione. Alla seconda votazione, alla quale sono ammessi solamente i due candidati più votati nella prima votazione, risulterà eletto il candidato che otterrà più voti validi.
9 – Proclamazione degli eletti Il Presidente dell'Associazione, acquisiti i verbali redatti dai Seggi, provvede a notificare agli interessati gli esiti delle elezioni.
10 – Surroghe In caso di dimissioni o altre cause ostative permanenti del Presidente, le sue funzioni sono svolte dal Vice Presidente fino alla successiva Assemblea. In caso di dimissioni o altre cause ostative permanenti dei componenti del Collegio dei Probiviri e del Consiglio Direttivo, si provvede allo scorrimento delle graduatorie risultanti dalle elezioni svolte. In caso di dimissioni o altre cause ostative permanenti del Vice Presidente, del Segretario Generale o del Presidente del Collegio dei Probiviri, si provvede all'elezione di un sostituto alla prima riunione utile dell'organo.
11 – Elezioni suppletive Nel caso in cui, per dimissioni o altri motivi, i membri elettivi del Consiglio Direttivo o del Collegio dei Probiviri dovessero ridursi ad un numero inferiore al minimo stabilito dallo Statuto, il Presidente dell'Associazione provvede a convocare un'Assemblea elettiva entro 40 giorni dal manifestarsi della situazione di vacanza delle cariche, per l'elezione di nuovi componenti a reintegrazione del numero stabilito dallo Statuto (Collegio dei Probiviri) o dall'Assemblea (Consiglio Direttivo).